4 aprile 2012

«S'i' fosse vento...»






Inauguriamo un nuovo spazio dedicato ai margini, intesi in senso fisico come periferie, luoghi di assenze più che di costruzioni, spesso descritti come privi di fisionomia e, dunque, mancanti di identità. L'inquietudine del non luogo, in crescita peraltro nell'uomo contemporaneo, migrante e apolide, intride fatalmente le poetiche individuali e collettive. Tuttavia è proprio nei margini che si sviluppa da sempre la più commovente allegoria dell'esistenza.
Le nostre vogliono quindi essere riflessioni marginali, timidi fiori di quella creatività sbocciata nelle crepe e nelle brecce che si aprono sul confine, proprio perché crediamo che attraverso le opere e le personalità frutto di crisi e scissioni si colga la vera idea di Europa, oltre che l'autentica cifra della cultura del nostro tempo in grado di traghettarci altrove. 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...